Jump to content
Sign in to follow this  
You need to play a total of 30 battles to post in this section.
Blizzard____

Recensione nave premium, Ashitaka.

6 comments in this topic

Recommended Posts

Community Contributor
1,120 posts
5,481 battles

Ciao a tutti; per quelli che ancora non mi conoscono io sono Matteo e da quasi 1 settimana sono anche uno dei due Community Contributor italiani nominati dalla WG. 

Avendo giocato per qualche giorno tutte le navi premium che l'azienda rilascerà al pubblico prossimamente, ho deciso di compilare una sorta di recensione scritta su quelle che sono le mie esperienze maturate con ogni singola nave testata per la community italiana; vi anticipo inoltre che questa specie di rubrica si ripeterà ogni qual volta Wg mi permetterà di provare,giocare e testare una nave in anteprima.

Prima di continuare, voglio farvi due premesse. La prima è che contrariamente infatti a quello che può pensare qualcuno, i CC sono liberi di esprimere il proprio parere liberamente, di conseguenza le mie conclusioni sulle navi saranno sempre puramente personali e non influenzate dalla mia posizione all'interno della community. Mentre il secondo punto riguarda le date di pubblicazione delle mie recensioni, le navi infatti potrebbero subire modifiche (anche se spesso non accade), andando quindi a cambiare sensibilmente un possibile giudizio dato in precedenza.

 

Come specificato nel titolo la nave di oggi è la corazzata tier 7 giapponese ASHITAKA. Si tratta di una corazzata della classe Amagi, la cui costruzione non è mai stata completata, di conseguenza non abbiamo specifiche informazioni storiche sul suo utilizzo bellico.

Le statistiche principali della nave sono elencate al seguente link, http://wiki.wargaming.net/en/Ship:Ashitaka

 

I PUNTI DI FORZA:

- il calibro dei cannoni principali: la nave infatti monta i 410mm giapponesi della sorella maggiore Amagi, un calibro che a questo tier può essere pareggiato solo dalla corazzata Nagato. Questo permette un potenziale alpha damage molto elevato. I 410 inoltre sono devastanti a breve distanza e possono realmente ridurre i cruiser nemici ai minimi termini anche con una singola salva.

 

- gittata: con i suoi 19.9km di raggio, la corazzata in questione può facilmente bersagliare qualsiasi nemico viene avvistato dai vostri alleati ed essere quindi di supporto alla squadra. Considerando il tier 7 come riferimento, solamente la Nagato spara più lontano (20.5), mentre le altre 6 corazzate del tier, non possono raggiungere simili distanze se non adoperando speciali consumabili (come l'idrovolante scout).

 

- armamento secondario: nonostante possa sembrare un gigantesco zatterone piuttosto antiquato, questa nave dispone di una serie di cannoni secondari con raggio di 5km, dove spiccano certamente i potentissimi 16 cannoni da 140mm armati ad AP; batterie che possono fare fino a 2700 di danno; nessuna corazzata del tier 7 possiede cannoni secondari tanto potenti. Anche l'armamento HE è notevole, può infatti arrivare a 2000 di danno, con una fire chance del 8%, grazie ai suoi 4 cannoni da 120mm. 

 

- velocità: raggiunge infatti i 30 nodi, classificandosi come terza più veloce corazzata tra i tier 7.

 

I PUNTI DEBOLI:

- armatura: beh, sappiamo essere una facile similitudine tra le corazzate giapponesi; anche ashitaka non la si può certamente definire una corazzata con capacità difensive eccezionali. L'assenza infatti anche di un armatura spaziata, la rende veramente molto fragile alle salve nemiche. Anche i proiettili HE nemici armati magari con la skill (IFHE) possono risultare dolorosissimi da incassare e lentamente si finisce in riserva con gli HP. Navi come gneisenau,colorado, scharnhorst sono difensivamente di un altro pianeta.

 

- ricarica dei cannoni principali: con i suoi 31 sec, risulta la seconda nave più lenta nel ricaricare l'armamento principale. Questo potrebbe anche non risultare un difetto grave, ma considerando che parliamo di un tier 7 dove altre corazzate ricaricano molto più rapidamente, non potevo non sottolineare questo fattore.

 

- capacità d'incendio con armamento primario: con il suo 30% di fire chance, non la si può certo definire una nave adatta ad incendiare il nemico. Questa percentuale è piuttosto bassa e la piazza al penultimo posto tra le corazzate tier 7.

 

- AA: spero per voi che non incontriate spesso portaerei tier 8, perché questa nave se isolata sarebbe un target ideale per una cv (anche tier 7). Il suo armamento antiaereo è infatti assai inadeguato, con 4 cannoni da 120mm che sparano a 4.5km (solo 10 danni al secondo) e 35 cannoni da 20mm con raggio di 3.1km (75 danni al secondo). Considerando lo standard di alcune altre corazzate del tier, possiamo tranquillamente considerare Ashitaka una nave poco adatta nel contrastare le forze aeree nemiche.

 

- abilità di manovra: anche qui, purtroppo Ashitaka è la seconda peggior corazzata del suo tier. Pensate che per effettuare una manovra di virata completa servono 870 metri, con il timone che raggiunge la piena efficienza solo dopo 15 sec. Solo Hood manovra in maniera peggiore.

 

- capacità stealth: a mio avviso il più grande difetto di questa nave, pensate che Ashitaka (senza skill) si può avvistare a 17.3km sul mare e 13.7 in aria. Con questi numeri, la corazzata giapponese si piazza all'ultimo posto della categoria per quanto riguarda il tier 7.

 

CONSIDERAZIONI GENERALI:

Ho giocato questa nave in circa 17 scontri e sono rimasto abbastanza deluso dalle sue prestazioni. La nave infatti nonostante la buona velocità è molto goffa in manovra ed è quindi assai difficile evitare siluri e possibili colpi in arrivo. La mia sorpresa più grande è stato constatare quanto possano far male i proiettili HE nemici sparati a media distanza, un qualcosa che accade spesso dato che le scarse capacità stealth la rendono praticamente sempre visibile in acqua. I cannoni che dovrebbero rappresentare il punto di forza non sono particolarmente precisi e la velocità del proiettile mette spesso in difficoltà il giocatore che deve adattarsi a queste batterie se vuole sfruttarne a pieno il potenziale. Considerando inoltre che la ricarica è piuttosto lunga, non avrete un grandissimo dps, risultando poco performanti.  Fortunatamente ho incontrato raramente le portaerei, ma in una delle poche occasioni avute, la hiryu nemica ha pensato bene di scaricarmi addosso tutto il suo arsenale offensivo e la nave ha incassato tantissimi danni, abbattendo solamente 4 dei 18 aerei sotto il fuoco del AA. A media distanza Ashitaka ha saputo rispondere bene contro i cruiser nemici; anche se ricordando nuovamente la sua scarsa armatura sono durato veramente poco negli scontri a quella distanza. In conclusione, catalogo questa nave come una long range battleship, ovvero una corazzata da lunga distanza; praticamente incapace di avvicinarsi ai bersagli se vuole restare a galla per tutto lo scontro. Tutto questo è un peccato, perché considerando la forza dei cannoni secondari è veramente triste non poterli sfruttare al meglio e in maniera costante durante la battaglia.

Anticipando qualcuno che sicuramente chiederà qui, su facebook,twitch o in privato, "consigli di comprarla?", la mia risposta è negativa; se infatti non apporteranno delle modifiche, trovo molto più vantaggiose e competitive altre navi premium del suo tier, come Hood e Scharnhorst.

Chi potrebbe comprare questa nave? essenzialmente chi ama giocare molto lontano dalla linea di fuoco; se a voi piace caricare a testa bassa o navigare tra le isole, questa non è una nave adatta a tale scopo.

 

Spero di avervi aiutato; per chi volesse resto disponibile su discord oppure durante le mie live su twitch.

Alla prossima, con la recensione del T61 tedesco.

 

 

DGY94VT.thumb.jpg.c4c59c51b40d47ff087561e42a259647.jpg

 

 

  • Cool 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
[IRN]
Players
664 posts
13,535 battles

Bella recensione Matteo... così a guardare le stats sul Wiki in effetti non dice nulla di chè, speriamo in qualche modifica rilevante.

Sai dirmi qualcosa sulla protezione antisiluro? Non ho trovato dati a riguardo.. essendo una classe Amagi dovrebbe avere una buona resistenza al danno dei siluri.. spero.

Share this post


Link to post
Share on other sites
[KTS]
Players
355 posts
4,779 battles

L'ho vista giocare in qualche stream e mi sembra abbastanza mediocre, per non dire peggio.

 

I cannoni sono molto peggio della Amagi e forse anche della Nagato, mentre la corazza è pessima.

 

Devo ammettere che non mi piace questa politica della WG riguardo alle navi premium giapponesi, specialmente le BB (Mutsu, Musashi, Ashitaka, in parte anche la Kii).

 

Prendere una nave di livello superiore e nerfare i cannoni, per chi ha già giocato le navi del ramo, è un'esperienza poco appagante.

 

Più in generale, per una premium preferisco una nave con caratteristiche diverse da quelle standard, oppure meglio una della stessa classe ma buffata e messa a un tier superiore, piuttosto che il contrario.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Players
1,064 posts
4,886 battles

Si tratta semplicemente del vecchio scafo A della Amagi ripreso per farne un premium di tier inferiore, come per la Mutsu che però, almeno, ha dalla sua i siluri e i cannoni più potenti del tier.

Anche a me non piace questa scelta, più che altro perché una nave del 1920 è fuori posto in un tier della seconda metà degi anni '30, mi sembra anacronistica. Per chi volesse una corazzata premium giapponese conviene aspettare l'uscita della Musashi.

 

Edit: la recensione non è male ma potrebbe essere molto più completa. I giudizi puntuali o comparativi vanno espressi citando i dati, altrimenti sembrano solo impressioni personali. La corazza ha spessori ed estensioni, le protezioni subacquee hanno una percentuale di riduzione danni. Le artiglierie hanno anche velocità di brandeggio, sigma, dispersione, danno massimo per colpo, % di probabilità incendio, tutte cose che mi piacerebbe leggere nella recensione senza andare a scovarmele sulle guide del gioco.

Non guasterebbe qualche parola sul capitano (qual'è il build ideale per questa nave, se esiste? Ci posso buttare sopra qualsiasi comandante della sua classe o ha bisogno di un comandante speciale per far risaltare delle caratteristiche uniche?), sulla mimetica (che bonus ha? Io lo so, altri potrebbero non saperlo), sui consumabili e soprattutto sui moduli che conviene montare.

 

Ho sempre trovato ottime le recensioni di Little White Mouse, ecco un esempio

 

https://forum.worldofwarships.com/topic/121668-premium-ship-preview-duca-daosta-0631/

Share this post


Link to post
Share on other sites
Community Contributor
1,120 posts
5,481 battles
13 hours ago, Zebuleb said:

Bella recensione Matteo... così a guardare le stats sul Wiki in effetti non dice nulla di chè, speriamo in qualche modifica rilevante.

Sai dirmi qualcosa sulla protezione antisiluro? Non ho trovato dati a riguardo.. essendo una classe Amagi dovrebbe avere una buona resistenza al danno dei siluri.. spero.

 

27% di riduzione danni siluro

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Community Contributor
1,120 posts
5,481 battles
4 hours ago, Cosseria said:

Si tratta semplicemente del vecchio scafo A della Amagi ripreso per farne un premium di tier inferiore, come per la Mutsu che però, almeno, ha dalla sua i siluri e i cannoni più potenti del tier.

Anche a me non piace questa scelta, più che altro perché una nave del 1920 è fuori posto in un tier della seconda metà degi anni '30, mi sembra anacronistica. Per chi volesse una corazzata premium giapponese conviene aspettare l'uscita della Musashi.

 

Edit: la recensione non è male ma potrebbe essere molto più completa. I giudizi puntuali o comparativi vanno espressi citando i dati, altrimenti sembrano solo impressioni personali. La corazza ha spessori ed estensioni, le protezioni subacquee hanno una percentuale di riduzione danni. Le artiglierie hanno anche velocità di brandeggio, sigma, dispersione, danno massimo per colpo, % di probabilità incendio, tutte cose che mi piacerebbe leggere nella recensione senza andare a scovarmele sulle guide del gioco.

Non guasterebbe qualche parola sul capitano (qual'è il build ideale per questa nave, se esiste? Ci posso buttare sopra qualsiasi comandante della sua classe o ha bisogno di un comandante speciale per far risaltare delle caratteristiche uniche?), sulla mimetica (che bonus ha? Io lo so, altri potrebbero non saperlo), sui consumabili e soprattutto sui moduli che conviene montare.

 

Ho sempre trovato ottime le recensioni di Little White Mouse, ecco un esempio

 

https://forum.worldofwarships.com/topic/121668-premium-ship-preview-duca-daosta-0631/

 

tutti i dati sono riportati su wows wiki, al link che ho messo nella recensione; basta aprire il link e leggere in colonna i vari dati della nave.

sul comandante hai ragione, la prossima volta metterò anche la build.

per quanto riguarda i consumabili non ho scritto nulla, perché non possiede consumabili.

 

infine, una considerazione riguardo al "I giudizi puntuali o comparativi vanno espressi citando i dati, altrimenti sembrano solo impressioni personali." La recensione è un opinione personale, esattamente come la recensione di un film, un libro, un ristorante ecc ecc.

se hai letto bene tra le premesse che ho fatto, appare chiaramente scritto che tutte le mie recensioni si baseranno sul mio giudizio personale.

 

ps, ho aperto la recensione che hai linkato; è un gran lavoro, ma ti assicuro che da parte mia non vedrai mai nulla di simile, perché un wall of text simile richiede una quantità di tempo enorme, che personalmente non possiedo. (per fare la recensione di ieri c'è voluta più di un 1 ora).

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×